mercoledì 25 settembre 2013

Elysium. Ovvero: Zoppas li fa e nessuno li distrugge



Allora, c'è subito da dire che il film precedente del regista di Elysium (Distrect9) era un capolavoro quasi assoluto e quindi, spinto da questo e dal fatto che la mia amica scrittrice Ilaria aveva due biglietti gratis per il cinema, me ne vado a vedere Elysium, che Matt Damon a me non fa impazzire ma va bene lo stesso.
S'inizia già malissimo con i protagonisti bambini e già quindi si scade alla grandissima, ma sorvoliamo. Il clima fantapolitico che si respira successivamente è molto figo, adoro queste società futuristiche devastate dalla povertà. Il tutto si svolge mi pare a Los Angeles nel 2154 ma pare di stare a Tor Pignattara ai giorni d'oggi. Paro paro. Con un pizzico di Villaliterno qua e là.
La storia è che sulla terra ci sono rimasti a vivere i poveracci precari e ladruncoli di automobili, mentre invece i ricchi sono andati su un pianeta artificiale dove ci stanno le ville dei ricchi con piscina e alberi e verde e servitù robotica. E cosa succede? Che Matt Damon (da non confondere con Matt Dillon) sogna sin da piccolo di andare a quel paese, dove tr ale altre cose la sanità pubblica è efficientissima, basta infatti farsi scannerizzare il corpo e si guarisce da ogni malattia, pure dall'impotenza. Ma si deve essere cittadini di quel paese, altrimenti vieni identificato come extracomunitario e ti sparano a vista. Infatti a capo della difesa ci sta Jodie Foster che fa la parte di Borghezio e appena qualche clandestino tenta di entrare in Elysium lei gli spara coi missili senza pietà.
Ma cosa accade? Accade che Matt Damon lavora alla Fiat della terra e un giorno gli accade un brutto incidente sul lavoro e si prende le radiazioni sul corpo che dopo cinque giorni deve morire per forza. Nel frattempo incontra una sua amica che da piccolini giocavano insieme e lei guarda caso è diventata infermiera dell'usl sulla terra e c'ha la figlia malata terminale che un giorno è andata a Taranto e si è presa i gas dell'Ilva.
E allora che succede? Che Matt Damon decide che deve andare su Elysium per guarire prima che muore e allora va dallo zoppo Spider che è uno scafista che organizza i voli clandestini per Elysium. Ma il viaggio costa caro. Ma Matt Damon non ha i soldi e allora lo zoppo gli propone di rapire un ricco e prelevarci i dati del cervello così da avere tutte le password per rubargli i soldi. E quello Matt Damon rapisce il capo della Fiat che però in combutta con Jodie Foster intanto aveva nel cervello i dati per fare un colpo di stato ad Elysium.
Per farla breve: Chi avrebbe avuto quei dati sarebbe diventato il nuovo presidente di Elysium (e indovinate come va a finire?!). Quindi: Matt Damon ruba i dati e s'infizza nella testa questi dati e poi ricatta Elysium e dice: “C'ho i dati nella testa, se mi ammazzate finisce che diventate poveri pure voi. E farete pure le code all'usl”. E tutti spaventati dicono: “no, no le code all'usl no”.
Intanto nel frattempo viene rapita l'amica di Matt Damon con la figlia e vengono portate su Elysium e quando Matt Damon e lei si ritrovano lì si ricordano che si erano dati un appuntamento per il caffé ma nessuno dei due aveva avvisato che non poteva venire.

Comunque, a finale (qui c'è il finale, quindi se non volete sapere come finisce non leggete): Jodie Foster muore uccisa da uno cattivo con la barba, Matt Damon muore perché se prelevi i dati dalla sua testa finisce che muori (perché poi?!), la figlia della amica di Matt Damon guarisce perché va all'usl di Elysium e la guariscono in sette minuti e lo zoppo Spider, che sembrava cattivo invece era buono, alla fine diventa il nuovo presidente galattico di Elysium e non esistono più i clandestini nell'universo.


Voto finale: Tre palle e mezzo su cinque. (Ma vedetevi Distrect9 che non c'erano di mezzo i soldi di Hollywood)

Nessun commento: